Orari di apertura

Contattateci per un appuntamento

Per informazione sui servizi 

Potete compilare anche il nostro modulo online.



Oppure potete contattarci:

(+39) 0968-1950579

(+39) 0961-963151

 

email: info@gsec.it

Seguici su Facebook:

"gsec srl"

SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO: AUMENTANO LE SANZIONI CON IL JOB ACTS

 

Aumentano le sanzioni per una serie di violazioni delle norme di sicurezza sul lavoro con l’entrata in vigore del Jobs Act: il dlgs 151/2015 contiene modifiche normative su specifiche violazioni per le quali scatta l’aumento, con una condizione generale: le sanzioni raddoppiano se si riferiscono a più di cinque lavoratori, triplicano se ne coinvolgono almeno dieci. La circolare 19/2015 della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro chiarisce i dettagli della nuova normativa. Il riferimento normativo è l’articolo 20 del decreto semplificazioni del Jobs Act, che va a modificare l’articolo 55 del Dlgs 81/2008, sulla tutela della salute e sicurezza dei luoghi di lavoro.

 

NUOVE SANZIONI PER MANCATO ADEMPIMENTO DELLA SORVEGLIANZA SANITARIA E FORMAZIONE

 

Da 2 a 4mila euro per:

  • mancato invio dei lavoratori alla visita medica periodica e mancata richiesta al medico competente dell’osservanza degli obblighi previsti a suo carico.

Da 1.200 a 5.200 euro o arresto da 2 a 4 mesi per:

  • mancata o inadeguata formazione del lavoratore, dei dirigenti o responsabili della sicurezza sul lavoro;
  • mancata o inadeguata formazione dei lavoratori incaricati dell’attività di prevenzione e lotta incendi, evacuazione luoghi di  lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, salvataggio, primo soccorso e gestione dell’emergenza;
  • mancata o insufficiente formazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

DECRETO SBLOCCA ITALIA. NOVITA'.

Il D.L. 133 /2014 ovvero il “Decreto Sblocca Italia” è stato convertito in Legge 11 novembre 2014, n. 164, entrano in vigore alcune importanti novità fiscali, tra cui:

1) il bonus del 20% del prezzo di acquisto, per immobili destinati alla locazione per almeno 8 anni. E’ riservato ad acquisti effettuati dal 1gennaio 2014 al 31 dicembre 2017 per immobili di nuova costruzione o ristrutturati, ad alte prestazioni energetiche. Con la conversione in legge il bonus viene esteso anche agli interessi;

2)vi è l’introduzione della disciplina dei contratti di godimento di immobili con successivo riscatto(c.d. “rent to buy”);

3)viene anche modificata la disciplina relativa al contributo per i veicoli a basse emissioni di CO2;

4)infine in materia di lavoro è previsto un rifinanziamentodi 728 milioni di euro degli ammortizzatori sociali in deroga per il 2014.

 

ABROGATA LA RESPONSABILITA' SOLIDALE APPALTI

Con il Decreto semplificazioni fiscali abrogata la responsabilità solidale negli appalti Con il Decreto legislativo sulle semplificazioni fiscali in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale,il Governo ha eliminato integralmente la responsabilità solidale tributaria negli appalti in caso di irregolarità sul versamento dei contributi per redditi di lavoro dipendente. Ricordiamo che l’obbligo prevedeva che ogni appaltatore prima di effettuare i pagamenti ottenesse prova che tutti gli altri adempiuto ai propri obblighi di versamento dei contributi previdenziali.

Si intende così evitare alle imprese pesanti adempimenti e accelerare i pagamenti. Resta da capire se ed in quale misura possano essere sanzionate violazioni già commesse in questi mesi fino all'entrata in vigore del decreto.

DECRETO MISE: NOVITA’ PER LE START UP.

Decreto MISE novità per le Start Up Sulla Gazzetta Ufficiale n.264 del 13 novembre è stato pubblicato il decreto del Ministero dello Sviluppo economico del 24 settembre 2014 che estende il fondo per i finanziamenti per le start up innovative, a 200 milioni di euro. Le agevolazioni riservate alle piccole imprese iscritte nel registro speciale delle camere di commercio, senza più limiti territoriali, prevedono finanziamenti a tasso zero fino all'80% su investimenti da 100mila a 1,5 milioni di euro per impianti, brevetti, hardware e software, certificazioni, personale, consulenze, fino agli interessi sui finanziamenti e leasing. Si attende ora la circolare ministeriale per le modalità di accesso alle agevolazioni.

15-FEB: NUOVA MODALITA' DI COMUNICAZIONE ALL'INAIL DEL RLS

L'Inail, con la circolare n.11 del 10 febbraio 2014, informa che dal 15 febbraio 2014 le comunicazioni dei nominativi dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) e dei nominativi dei soci/collaboratori/coadiuvanti, dovrà avvenire esclusivamente con modalità tematica attraverso i servizi on line accessibili dal sito dell’Istituto.

La comunicazione dovrà essere effettuata per la singola azienda, ovvero per ciascuna unità produttiva in cui si articola l’azienda stessa, nella quale operano i Rappresentanti.

Il Contact center multicanale (Ccm) fornirà tutte le informazioni richieste dagli utenti attraverso il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa), oppure attraverso il numero 06 164164 (a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico del chiamante).

MANTENIMENTO NEL TEMPO DELLE MISURE DI PREVENZIONE

Corte di Cassazione - Sez. IV Penale - Sentenza n. 4961 del 31 gennaio 2014:  

 

 

Tra le misure previste nel DVR rientra anche la manutenzione a garanzia del mantenimento nel tempo delle misure di prevenzione attuate. La valutazione di “tutti i rischi” e la tutela dei terzi.


 
 

RESPONSABILITA' DEL RESPONSABILE DEI LAVORI

 

Cassazione Penale Sezione IV - Sentenza n. 44977 del 7 novembre 2013 - Ric. L. G., C. G. e P. C.:

Al responsabile dei lavori nei cantieri edili incombe la responsabilità dello svolgimento di tutte le funzioni proprie del datore di lavoro in materia di sicurezza sul lavoro. Lo stesso deve anche prendersi cura dell’integrità fisica dei lavoratori.


Stampa Stampa | Mappa del sito
© Global Service & Consulting Srl Via Coschi 11 Lamezia Terme (CZ) Partita IVA: 03362410791